AttualitàDirettivoHMA 2019 | RIMINI

Previsioni, tendenze, anticipazioni. Se leggere il futuro, con certezza, è impossibile, saper guardare avanti e cogliere le novità in arrivo è oggi più che mai cruciale. Per questo, anche quest’anno, il Presidente AIFBM Sebastiano Pira, in apertura del tradizionale meeting degli F&B Manager italiani, ha tratteggiato quelli che saranno i più probabili trend del 2020, tra novità e ritorni al passato.

Prima ancora di scoprire le tendenze, il sipario si è aperto sui protagonisti degli acquisti di oggi e di domani. Chi sono, cosa vogliono e quali caratteristiche hanno i consumatori del futuro?

 

Consumer profiles

Mindful

Credono nella stagionalità dei prodotti, sono decisi sostenitori del km 0, figli del claim “eat local, eat fresh”. Consapevoli e attenti alle tematiche di sostenibilità e ambiente e alla ricerca di ingredienti naturali e biologici.
Sono consumatori che leggono attentamente le etichette sui prodotti: meno ingredienti contengono, più sono degne della loro fiducia. In sintesi: sono alla ricerca di materie prime pure e naturali, con meno manipolazioni possibili.

 

Balanced

Il loro obiettivo è quello di mangiare sano, fat free, abbattendo i grassi e ancor più gli zuccheri. Fitness addicted, sono sempre alla ricerca di nuove diete, attenti al benessere del corpo e della mente.

 

Adventures

Consumatori all’avventura, sempre alla ricerca di cibi e proposte nuove. La vera missione è quella di riuscire a catturare e mantenere la loro attenzione: novità, idee, avanguardia. “Stupiscimi” è la loro parola d’ordine. Un esempio? Il caffè incolore. Ecco un prodotto che conquisterebbe questi avventurieri del f&b.

 

Connected

Sempre connessi. Una caratteristica transgenerazionale che coinvolge tutti in tutto il mondo. Sono consumatori che fanno della tecnologia un uso pervasivo: dalla ricerca del locale, alla costruzione di un primo, cruciale giudizio. Basti pensare che, oggi, il 30% dei consumatori non frequenta ristoranti con una presenza su Instagram debole. Insomma, il social network la fa da padrone.

 

Revolutionary

Per conquistare questo tipo di consumatore bisogna pensare a una fruizione del fuori casa che guarda al futuro. Basta orari convenzionali. I consumatori di oggi sono caratterizzati da una mentalità estremamente aperta, dove le barriere, anche invisibili, di spazio e tempo sono percepite come un handicap. La fruizione di domani sarà qui e ora, sancendo la morte delle categorie canoniche legate agli spazi e alle tempistiche della tradizionale suddivisione tra colazione, pranzo e cena.

 

 

Trend 2020

La rivincita dei brutti

Conseguenza naturale di un’attenzione sempre più spiccata ai prodotti biologici e non manipolati, e alla lotta contro lo spreco, la “rivincita dei brutti” si caratterizza per consumatori che guardano con sospetto a tutti quei prodotti privi di imperfezioni. In natura, dopotutto, il perfetto non esiste. E in un contesto nel quale oggi il 40% del cibo viene scartato (leggi: sprecato), la rivincita dei brutti è pronta a esplodere.

Eat-ertainment

Oltre la qualità del piatto. Ristorazione come esperienza. Mangiare bene non basta più. Quello che i clienti richiedono oggi è un momento esperienziale.

SOS (Sequence of service): dalla prenotazione all’accoglienza, dall’ordinazione al servizio, fino al momento del pagamento. Un’esperienza curata nei dettaglia a 360° che coinvolge ogni singolo passaggio.

Occhio ai bambini

I millennials, i giovani a cui da alcuni anni ormai guardiamo come generazione di riferimento, sono oggi molto spesso anche neo genitori. Una generazione abituata a fruire del canale fuori casa, attratta da proposte ricercate. È necessario prendersi cura con altrettanta attenzione dei loro figli. Basta con i classici, tristi “baby menu”. Bisogna pensare a proposte interessanti, curiose, accattivanti anche per il target dei più piccoli. I bambini di oggi sono abituati a seguire i genitori nei pasti fuori casa. È fondamentale attirare la loro attenzione da subito.

 

 

Zero gradi

No alchool today! Ecco quello che sarà un trend del 2020, per quanto temporaneo. Consumi a “zero gradi”, una moda passeggera ma di sicuro interesse.

 

Carne e sapori

Se il “vegan” continua la sua cavalcata, uno dei trend 2020 sarà invece legato alla carne. Carne di qualità, carne su misura. Pensiamo a proposte come “built your own burger”. Una novità nella fruizione della carne che guarda a un concetto di ricercatezza e personalizzazione. Insomma, la carne ritorna in formati e concept nuovi.