Attualità

Riavvolgere il nastro della storia e celebrarla tutti insieme”. È questo il senso del ricco calendario di iniziative, in programma fino a fine agosto, per celebrare i 110 anni del Grand Hotel Rimini, lo storico albergo, dal 2008 di proprietà della famiglia Batani, icona di un’epoca. Celebrata da Fellini, che lo elesse a sua dimora personale e la celebrò nell’indimenticabile Amarcord, la “vecchia Signora”, come Fellini la chiamò, quell’astronave bianca, simbolo del miglior turismo internazionale, festeggia quest’anno 11 decenni di vita: dall’inaugurazione nel lontano 1908, al grande incendio del 1920, dalla ristrutturazione del secondo dopoguerra, alla dichiarazione, nel 1994, quale Monumento Nazionale.

 

Un’icona della nostra storia

«Quando si entra nel GHR si percepisce di essere dentro la storia – ha dichiarato Paola Batani, CEO Batani Select Hotels. – È molto più di un hotel, è un monumento e un mito». Lo scorso 26 giugno, l’ouverture: con 10 Chef internazionali guidati dalla regia dell’executive chef Claudio di Bernardo, per la spettacolare inaugurazione del Gran Buffet Estivo sulla terrazza. Il 5 luglio, serata clou: notte magica, in abito da sera, per rievocare i fasti e il turismo dell’alta società di un tempo. «Il GHR è testimonianza preziosa dell’evoluzione del turismo e della nostra cultura – ha sottolineato Fabio Angelini, Direttore GHR. – Oggi un albergo è una risorsa inserita in un contesto, in una città, in un tessuto che cambia e che l’hotel contribuisce a cambiare. Il GHR è proprio questo». Dopo la cena sotto le stelle (01.08), la “Corsa nella storia” (12.07, 9 e 23.08) e gli esclusivi beach party (20.07 e 24.08), gli eventi saranno chiusi il 31 agosto da una “Pedalata nella storia”, biciclettata per 110 persone con partenza e arrivo nel giardino del Grand Hotel.