AttualitàEventi

David Ferdani, f&b manager
The Westin Palace Milano

Una settimana dedicata al vino e al suo momento più importante: la vendemmia. Dall’8 al 14 ottobre è andata in scena a Milano la tradizionale kermesse ideata e promossa da MonteNapoleone District in collaborazione con il Comitato Grandi Cru d’Italia. Tra le vie più in del capoluogo lombardo, tra boutique d’alta moda, ristoranti e hotel, per sette giorni la vendemmia è stata assoluta protagonista, monopolizzando l’attenzione di turisti e cittadini. Partner dell’evento anche dieci hotel 5 stelle e 5 stelle lusso di Milano, che per l’occasione hanno creato menu e degustazioni a tema, esperienze enogastronomiche e attività speciali pensate dai rispettivi f&b manager e chef.

Hotel protagonisti

«È un’occasione preziosa che credo faccia molto bene al settore e che ci permette di godere anche di una visibilità amplificata» racconta David Ferdani, un passato in qualità di barman al Diana Majestic di Milano, da luglio nuovo F&B Manager del The Westin Palace, una delle strutture milanesi coinvolte attivamente nella kermesse. «Sono qui da pochi mesi e questa è stata una bella occasione per divertirci con il nostro staff, lo chef Augusto Tombolato in testa. Questa è una realtà davvero stimolante, con un’operatività giornaliera elevatissima. Una sfida che mi fa davvero piacere avere raccolto. Il mio background è quello di barman; qui, però, ho voluto iniziare concentrandomi sull’offerta della colazione e sul ristorante, dove ho cercato di riportare l’identità originaria, quella di PanEvo: con abbinamenti di nuovi oli regionali, serviti al tavolo, a seconda del menu, con pane caldo, per fare un esempio. Ci sarà tempo poi per concentrarsi sull’offerta bar, già molto valida, ma dove ancora manca un’attenzione alla miscelazione e, di conseguenza, alla parte liquoristica».

Menu speciali

In occasione de La Vendemmia 2018, Ferdani e il suo staff hanno creato un’esperienza gastronomica ad hoc. «Sono diversi anni ormai che The Westin Palace partecipa alla kermesse – continua Ferdani. – Quest’anno abbiamo studiato un menu molto particolare. Tre portate a tema, ideate in sinergia con il nostro chef Tombolato e abbinate a una proposta beverage calibrata».

Il senso della kermesse, arrivata quest’anno alla sua nona edizione, è proprio questo. Un’occasione per ricordare la bellezza e l’importanza di un momento come quello della vendemmia, trasfigurato nella sua declinazione più sfarzosa, in un prestigioso connubio tra marchi nazionali e internazionali, boutique del lusso e vini d’eccellenza. Vino, moda e alta hotellerie, aperti alla città.

Iniziative per la città

Tante le iniziative che hanno coinvolto dieci hotel 5 stelle e 5 stelle lusso di Milano (Armani Hotel Milano con l’Armani/Bamboo Bar, Baglioni Hotel Carlton con la Terrazza Baglioni, Bulgari Hotel Milano con Il Ristorante, Excelsior Hotel Gallia con la Terrazza Gallia, Four Seasons Hotel Milano con La Veranda, Grand Hotel Et de Milan con i suoi Caruso e Don Carlos, Hotel Principe di Savoia con Acanto, Mandarin Oriental Milano con il suo Mandarin Bar & Bistrot, Park Hyatt Milano con La Cupola e The Westin Palace Milan con PanEvo), oltre cento boutique nel Quadrilatero della moda e alcuni tra i ristoranti più esclusivi della città. A questi si sono aggiunti numerosi eventi collaterali, come la visita guidata del Museo Bagatti Valsecchi alla scoperta della dimora neorinascimentale nei suoi aspetti legati all’ospitalità, al cibo e al vino, il Wine Tasting nell’incantevole cornice di Palazzo Serbelloni o l’asta benefica “Italian Masters” battuta da Christie’s al Circolo Filologico Milanese, il cui ricavato dalla vendita di speciali bottiglie, per annata e formato, vintage e da collezione, è stato interamente devoluto a CBDIN Onlus – Associazione Carlo Besta Dipartimento Infantile Neurologico di Milano per la ristrutturazione del giardino dell’Istituto Neurologico a uso dei bambini malati.

Un successo annunciato

«Nonostante la pioggia abbiamo registrato migliaia di presenze nelle vie e nelle boutique del Quadrilatero della moda – ha dichiarato Guglielmo Miani, Presidente di MonteNapoleone District, che rappresenta oggi oltre 150 brand del lusso. – Grazie a eventi come il nostro Milano continua ad affermare il proprio primato di meta indiscussa per scoprire le eccellenze del Made in Italy e il lifestyle italiano. Questo è il nostro contributo nella promozione a livello nazionale e internazionale di una città capace di fare sistema in modo innovativo e trasversale».