AttualitàInterviste F&B Manager

Uno scrigno neoclassico, imponente, raffinato, di lusso. In via Vittorio Veneto, nel cuore di Roma, a due passi dal polmone verde della città eterna, il parco di Villa Borghese, sorge il Marriott Grand Hotel Flora. Costruito nel 1905, ristrutturato per quanto riguarda la parte F&B due anni fa, è un punto di riferimento di prestigio per la città. Con la sua atmosfera Belle Époque, nel corso di oltre cento anni di storia ha ospitato personaggi del calibro del Principe Massimiliano di Baviera, Richard Nixon, Paul Getty, Joan Crawford, Cassius Clay e Federico Fellini.

L’offerta F&B, che arriva a valere il 38% del fatturato totale dell’albergo, risponde ai canoni di lusso ed eleganza dell’intera struttura. Con tanto di terrazza, il Flora RoofTop Terrace, dal quale è possibile ammirare la vista sopra i tetti della capitale.

Alla guida del comparto F&B c’è Alessandro Recupero, palermitano, una lunga carriera professionale alle spalle, oggi F&B Manager di questa struttura a quattro stelle, emblema dell’hotellerie romana di lusso.

Il Flora Restaurant

Luogo d’eccellenza dell’offerta F&B al Marriott Grand Hotel Flora è senza dubbio il Flora Restaurant, ristorante gourmet che due anni fa ha vissuto una completa ristrutturazione, che ne ha salvaguardato però i tratti storici e suggestivi. «Con il mio arrivo – spiega Recupero – abbiamo cercato di creare una ristorazione nuova, basata sulla tipicità dei prodotti. Il cliente, ne sono convinto, oggi cerca il prodotto locale. La gente viene qui anche perché vuole assaggiare i piatti della nostra tradizione».

Una filosofia che si applica tanto ai vini, con una carta suddivisa per regioni dove prevalgono vini a bandiera tricolore, quanto ai piatti, romani, partenopei e siciliani per lo più, affidati, tra gli altri, allo Chef de Partie Vittorio Giannola, responsabile della gestione del breakfast. In sala la Head Waiter Morena Cristiano.

l Flora Bar

Infine, il bar, altra location d’eccezione nell’offerta F&B del Flora, affidato alle cure di una figura molto conosciuta nell’ambito della mixology: l’estroso barman James Zacchei, molto amato dagli ospiti dell’hotel e protagonista di numerosi Signature Cocktails. Un regno, il suo, che dispone di circa 250 referenze, con una spettacolare vetrina a vista di otto ante a specchio.

Servizio e qualità

«L’Hotel Flora è un albergo di prestigio agli occhi della città – racconta Recupero, approdato proprio quest’anno al Grand Hotel della Famiglia Naldi dopo un lungo passato prima al Grand Hotel Villa Igiea di Palermo e poi tra Bologna e Firenze. – Qui ospitiamo spesso anche personaggi di spicco, di Stato e del Vaticano, e dobbiamo garantire un’offerta F&B di altissimo livello».

Con 30.000 coperti solo in ambito banqueting & events e 7300 cocktail consumati, il comparto che fa capo ad Alessandro Recupero e al suo staff non si ferma mai e costituisce un elemento essenziale per l’offerta dell’intera struttura. A fianco di Recupero, la sua assistente personale Valentina Nardi, il mâitre Giacomo Delle Grotti, oltre al sommelier Nicolò Andrenacci, giovanissimo e intraprendente, che insieme a Recupero cura una carta vini con oltre 80 etichette.

Breakfast in terrazza

Colazione che al Marriott Grand Hotel Flora si consuma all’ultimo piano, nella grande terrazza che domina tutta la capitale. Un rooftop, fiore all’occhiello della struttura, nel quale si tengono anche eventi esclusivi e che rappresenta il luogo d’elezione per tutta la parte banquettistica, che vale il 35% del fatturato F&B e gestita dalla figura storica di Enzo Dadamo.

Una parte della terrazza, invece, è dedicata esclusivamente alla colazione, durante tutto l’anno. Protetta da una struttura che ne garantisce l’utilizzo 365 giorni l’anno, arriva a superare i 70.000 coperti ogni anno, di cui il 95% legati a una clientela straniera.

«Abbiamo un menu à la carte e un buffet, che propone diverse referenze calde, dai waffle ai pancakes, con tre tipi di omelette e due tipi di frittate, diverse tipologie di uova, una selezione di verdure di stagione, salsicce, wurstel, un angolo dedicato alle noci e alle mandorle. Oltre a un’offerta gluten free e a numerosi prodotti artigianali».