Attualità

Milano, 27 novembre 2017 – Come ogni anno a novembre si è tenuto il meeting nazionale dedicato ai food&beverage manager italiani, promosso con scadenza annuale da AIFBM – Associazione Italiana Food&Beverage Manager. Quest’anno, la sesta edizione si è tenuta dal 19 al 21 novembre presso l’hotel NH Laguna Palace di Venezia Mestre.

120 professionisti del settore da tutta Italia, 25 aziende sponsor, due giornate di dibattiti, tavole rotonde e incontri B2B hanno fatto dell’Hospitality Meeting AIFBM 2017 l’edizione più affollata di sempre. AIFBM, riunisce professionisti F&B nell’ambito Hotel/Resort, Settore Travel, Croceristica e Parchi Tematici per un giro di affari di 3,5 miliardi di acquisti F&B all’anno.

Durante il convegno veneziano, gli F&B di settore si sono confrontati, approfondendo le molteplici tematiche relative alla professione. Interventi, dibattiti, focus, incontri B2B: momenti che hanno segnato il tratto proprio di una categoria in forte accelerazione, che guarda al futuro con spirito intraprendente e con una voglia crescente di perfezionamento. Il tema di quest’anno ne ha sintetizzato il profilo: “F&B manager, professionista ad alta velocità”.

«Siamo molto soddisfatti», ha dichiarato Roberto Santarelli, socio fondatore di AIFBM e Direttore Editoriale della rivista Locali Top, organo ufficiale di stampa dell’associazione. «Sia per i numeri registrati in questa edizione sia per il confronto e le opportunità che AIFBM è stata in grado di stimolare in questi sei anni. Dobbiamo continuare a porci domande sulle logiche, le strategie, le best practice del futuro».

Durante il meeting sono state presentate anche le ultime novità promosse da AIFBM, strumenti per affrontare in maniera sempre meglio strutturata le sfide del futuro. Tra queste la partnership firmata con Cibus – Salone Internazionale dell’Alimentazione, finalizzata al dialogo tra le aziende espositrici di Cibus e gli attori della ristorazione fuori casa, e quella con l’Osservatorio Food Sustainability del Politecnico di Milano, mirata a trovare una sinergia sempre più efficiente tra profitto e sostenibilità alimentare e sociale. Tra i momenti più importanti della due giorni, il consueto AIFBM Speed Date, incontri a tempo ‘one to one’ tra gli F&B Manager e le aziende sponsor, che hanno messo a confronto professionisti e imprese allo scopo di creare nuove relazioni professionali.

La sera si è tenuta, come ogni edizione, la Cena di Gala, quest’anno presso Ca’ Vendramin Calergi a Venezia, durante la quale sono stati consegnati gli AIFBM Awards 2017. Tre i premi di categoria: il “Best Bar”, andato a Salvatore Gasparo, F&B Gran Visconti Palace di Milano, il “Best Breakfast”, vinto da Cesare Scapolatiello e Luca Perfetti, rispettivamente titolare e F&B dell’Hotel Scapolatiello di Cava de’ Tirreni, e il “Best F&B Manager 2017”, consegnato a Emanuele Schiavello, F&B Hotel NH President di Milano. In aggiunta anche 2 premi speciali: il “Premio Locali Top – Best Restaurant”, andato all’F&B dell’Hotel Nazionale di Montecitorio, Giuseppe Carboni, e il “Premio ReviewPro – Best Web Reputation”, vinto dall’Hotel Turin Palace e ritirato dal maitre F&B Luigina Calò.

La giornalista Francesca Senette ha condotto, per il terzo anno consecutivo, i lavori. Sul palco, tra interventi e tavole rotonde, si sono alternati F&B di realtà italiane dai profili più diversi. Tra questi: Sebastiano Pira, Vicepresidente AIFBM e Director F&B dello Sheraton Diana Majestic di Milano, che ha illustrato i trends per il 2018, Sergio Mangialardi, Purchasing Manager MSC F&B Division Spa, Claudio Di Bernardo, Executive Chef e F&B Manager del Grand Hotel di Rimini, Marcello Forti, Fondatore & Ceo F&De Group, Paolo Solari, Corporate F&B Manager Atahotels, Andrea Cartapatti, Corporate F&B Blu Hotels, Giuseppe Cuzziol, Presidente Vicario Italgrob, Domenica Vagnarelli, Chef&B Breaking Business Hotel Mosciano S. Angelo, Nicola Di Munno, Socio Gestore Masseria Fortificata San Francesco a Matera, Paolo Catellani, Business Development Dac, Francesca Farenga, Sales Manager Italy & Spain di ReviewPro, Antonio Cellie, AD Fiere di Parma e Michele Nogara, Amministratore Cheno Servizi.