HOSPITALITY MEETING AIFBM 2017 

APERTE LE ISCRIZIONI

AIFBM 2017 | CONTO ALLA ROVESCIA

2017/11/19 10:00:00

A breve tutti i nostri iscritti riceveranno una mail con l’indirizzo dove poter effettuare l’iscrizione al meeting di quest’anno.

LA STRUTTURA CHE CI OSPITERÀ


Situato a Mestre, a pochi minuti dall’aeroporto Marco Polo e dalla stazione ferroviaria, il prestigioso 4 stelle NH Laguna Palace rappresenta un ottimo punto di accesso a Venezia. Questo grazie anche alla darsena privata dell’hotel, collegata alla città da un canale navigabile, ideale per raggiungere in tutta comodità piazza San Marco. Strutturalmente, l’NH Laguna Palace si presenta come una moderna architettura composta di due edifici uniti da una copertura in vetro, sostenuta da 2 piloni in acciaio e sospesa a un’altezza di 25 metri. Il 4 stelle dispone di 376 moderne camere (standard, deluxe e junior suite) e appartamenti disponibili per le famiglie, un ristorante che propone deliziosi piatti della cucina nazionale e regionale, affiancato da una pizzeria, un bar e una terrazza all’aperto, decorata con marmo e legno, perfetta per un aperitivo o una cena. Infine, l’hotel è provvisto di un centro congressi, organizzato in 2 sale modulabili principali (con capienza la prima fino a 800 posti e la seconda fino a 450), più ulteriori 8 salette, e un ampio spazio espositivo, detto “galleria”, di 600mq destinato a eventi di taglio sia business, sia leisure. A descriverci la struttura è il Restaurant Manager dell’hotel Luca Viale.

 

Passione di famiglia

Originario di Treviso, Luca ha iniziato la sua carriera professionale per passione. Una passione, quella per la ristorazione, che gli è stata trasmessa già da bambino dalla madre che gestiva il bar di famiglia e si è poi concretizzata con il diploma all’istituto alberghiero. Le prime esperienze (come stagionale) si sono svolte in vari hotel di prestigio, tra Cortina d’Ampezzo e l’Isola d’Elba, e localmente per una piccola compagnia alberghiera e un catering. Ma la svolta c’è stata solo nel 2003 quando Luca è approdato in Inghilterra e ha lavorato per più di 2 anni presso il Jolly Hotel, all’epoca la prima catena alberghiera italiana, oggi sostituita dal colosso spagnolo NH Hotel Group. Tornato in Italia nel 2006, all’età di 23 anni, grazie all’esperienza internazionale, ha acquisito subito la posizione di primo maître all’hotel 5 stelle Villa Condulmer di Treviso. Nel 2008 ha fatto il suo ingresso all’NH Laguna Palace di Venezia-Mestre, inizialmente come Assistant Restaurant Manager e dal 2010 come Restaurant Manager. Luca è responsabile quindi di tutto il settore della ristorazione dell’hotel e coordina tre maître che si occupano dell’operatività vera e propria.

Dalla prima colazione al dopocena

«Negli hotel del gruppo NH la colazione è considerata un appuntamento imperdibile. Servita con una formula a buffet, prevede un ricco assortimento di prodotti freschi preparati ogni mattina dagli chef. Qui, la tipica colazione all’italiana incontra un’offerta più internazionale: prodotti da forno, pasticceria di qualità, pane (da fornitore locale), affettati, uova, formaggi, ma anche yogurt, marmellate, frutta fresca, secca e disidratata, verdure di stagione e un’ampia varietà di spremute, succhi di frutta e centrifugati; tutta la caffetteria è espressa ed è disponibile una ricca scelta di prodotti antiossidanti. A caratterizzare il breakfast, servito in 4 sale dedicate (2 per ogni edificio), è anche l’accurata presentazione e la scheda degli ingredienti super-selezionati». Ricca offerta anche per il coffee break che non è più quello classico congressuale, ma diventa un vero momento di pausa grazie alla grande varietà sia nel food sia nel beverage, con l’angolo salutare, quello delle caramelle gommose, quello dei donuts, ecc. «Presso i ristoranti dell’hotel – ci spiega Luca – si conferma la tradizione dell’hotellerie italiana quale mezzo per far conoscere la cultura enogastronomica del nostro Paese. L’offerta ristorativa è aperta, oltre ai clienti dell’hotel, anche agli esterni e ha sempre un’impostazione salutare, a base di prodotti freschi e di qualità; ciò è reso possibile dal fatto che lavoriamo con la cucina espressa e possiamo così mantenere un basso stoccaggio nel magazzino». I piatti proposti, realizzati e reinterpretati dall’Executive Chef Marco Migani affiancato dal sous-chef Luca Zamai, seguono scrupolosamente la stagionalità e la territorialità, anche se a quelli classici italiani e tipici veneziani si affiancano proposte internazionali; l’offerta, rivolta soprattutto a clienti business, si arricchisce con l’aggiunta di panini gourmet, insalatone e piatti vegetariani. La carta dei vini comprende 30/40 etichette tra rossi, bianchi e bollicine. La zona dedicata alla ristorazione individuale – l’elegante ristorante Laguna e le sale interne – tende ad ampliarsi nella bella stagione con la promenade esterna, la darsena, che accoglie il ristorante alla carta e il bar.

 

Qualche numero

Per quanto riguarda la divisione del comparto F&B, in termini di fatturato, il banqueting copre una significativa fetta del 40%, il breakfast il 35%, segue il ristorante individuale con il 15% e a chiudere il bar (7%) e il room service (3%). Tra gli eventi prevale la percentuale di quelli business sui leisure, ciò è testimoniato anche dal fatto che le camere sono occupate per il 34% da business group, 32% dagli individuali e una buona fetta, il 16,5%, è garantita anche dai crew, gli equipaggi del vicino aeroporto; a chiudere i leisure (9,5%) e i corporate (5,8%). Per quanto riguarda il tasso di occupazione dell’hotel – aperto tutto l’anno – è del 70,5%, mentre il periodo di maggiore afflusso va da marzo a settembre (dove si registra fino al 90% di occupazione). Oltre agli italiani, fra i leisure prevalgono molti stranieri di cui una buona percentuale sono spagnoli, ma anche cinesi, francesi e tedeschi.

EDIZIONI PRECEDENTI