A colloquio con Emiliano Gatti e Mauro Torricelli, Responsabili Ristorazione di Leolandia

Benvenuto

A Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo, si trova il parco divertimenti Leolandia, il luogo ideale per le famiglie con bambini. Aperto al pubblico per la prima volta nel 1971 con il nome di Minitalia, nel 1993 ha cambiato nome in FantasyWorld Minitalia, nel 2008 in Minitalia Leolandia Park e nel 2014 in Leolandia. Qui il divertimento è davvero a misura di bambino: Leolandia infatti è pensata proprio per i piccoli sotto i 10 anni di età che hanno a disposizione ben 40 attrazioni tra cui la storica Minitalia rinnovata nel 2010, tanti spettacoli e animazioni che si succedono durante l’intera giornata. Per quanto riguarda la ristorazione sono numerosi i chioschi, bike e punti ristoro del parco con tante e sfiziose proposte gastronomiche. A occuparsi del comparto F&B del parco sono due Responsabili della Ristorazione: Emiliano Gatti e Mauro Torricelli.

Duetto perfetto nel comparto F&B

Schermata 2016-06-24 alle 10.32.19Emiliano Gatti ha 39 anni, è stato titolare per circa dieci anni di un locale in Franciacorta, ha competenze specifiche nel settore Beverage ed è barman professionista. Una volta venduto il locale ha collaborato con l’azienda di servizi alberghieri Codesa con la quale ha stipulato un contratto di consulenza per la ristorazione a Leolandia. Mauro Torricelli ha 44 anni ed è stato titolare di un ristorante di cucina umbra a Milano per circa 7 anni; dopodiché ha collaborato nel ruolo di chef con Codesa. Emiliano e Mauro arrivano quindi a Leolandia nel 2012 tramite l’azienda Codesa, che ancora oggi offre al parco consulenza sulla ristorazione. Avendo ruoli specifici nel Beverage il primo e nel Food il secondo, si compensano e completano alla perfezione.

 

Mediterranea

 Struttura organizzativa

I due manager oggi si occupano della gestione del comparto F&B: dal rapporto con i fornitori alla gestione del personale, all’acquisto delle derrate alimentari e degli ordini, allo sviluppo dei menu fino ad arrivare all’operatività del settore ristorazione all’interno del parco. «Per quanto riguarda la struttura lavorativa – ci spiega Emiliano – ci avvaliamo della collaborazione di alcuni coordinatori che si occupano dell’operatività e di un referente per ciascun punto ristoro. Nel parco vi sono in tutto 22 punti Food&Beverage, tra cui 6 punti ristoro principali e vari chioschi». Per risolvere “normali” criticità di tipo operativo (es. code troppo lunghe al punto ristoro), i coordinatori si affidano al referente di punto. L’intervento di Emiliano e Mauro è richiesto solo in caso di criticità importanti, come i rifornimenti derrate, o problemi di interazione con i clienti.

Ristorazione

«Per quanto riguarda la colazione, abbiamo puntato molto sulla qualità: al Caffè Minitalia e da Le Dolcezze del Porto si può fare colazione con brioches fresche di pasticceria e ottimi caffè e cappucci». Mentre relativamente ai locali per la ristorazione, nel parco sono presenti numerosi punti ristoro orientati a soddisfare le diverse esigenze e i gusti degli ospiti, in particolare è possibile scegliere tra 6 punti ristoro principali (Caffè Minitalia; Pane, Amore e Melodia; Pizzeria da Pinuccia; Bettola di Capitan Polpetta; Texas Grill e La Tana dei Trappers), 2 punti bar principali (Caffè Minitalia e Le Dolcezze del Porto), una Piadineria Italiana e diversi chioschi con offerta di dolci e sfiziosi spuntini (come quello presente nel Mondo di Peppa Pig, la gelateria nell’area Expo1906, l’Angolo del gusto, Far West e Mama’s). Inoltre, 5 bike itineranti attraversano il parco per la vendita di gelati e frutta su stecco. Lo staff dedicato alla ristorazione è composto di circa 120 persone.

 

Schermata 2016-06-24 alle 10.29.39
L’offerta ristorativa è stata appositamente studiata per il target del parco costituito principalmente da famiglie con bambini sotto i 10 anni che hanno la possibilità di scegliere tra un’offerta varia, gustosa e di alto livello, garantita anche dalla collaborazione con Slow Food, a riprova della volontà di offrire prodotti di sempre più alta qualità. Per differenziare l’offerta di ogni punto food, si passa dalla formula all you can eat a prezzo fisso di Pane, Amore e Melodia, al fast food a base di carne 100% italiana della Bettola di Capitan Polpetta, dalla pizza integrale delle Pizzeria da Pinuccia e alla grigliata di carne del Texas Grill. O ancora, focacce con crusca stesa a mano con 30 ore di lievitazione e farcita con salumi a km 0 del Caffè Minitalia, senza dimenticare i dessert preparati al momento e l’offerta pensata per i più piccoli con menu ad hoc. Grande attenzione viene infine riservata a coloro che soffrono di allergie e intolleranze: Leolandia infatti collabora con AIC e al Caffè Minitalia sono disponibili diversi prodotti gluten free. Per concludere, il tasso di occupazione del parco in giornate di media affluenza varia dai 5.000 ospiti con picchi di oltre 10.000 presenze. Il periodo di maggiore afflusso è sicuramente quello estivo, la clientela del parco è soprattutto italiana.