A colloquio con Diego Improta, F&B Manager dell’Hotel Milano Scala

Inaugurato nel 2010 nel cuore del quartiere di Brera, a Milano, il quattro stelle superior Hotel Milano Scala è situato all’interno di un palazzo dell’800 e rappresenta il primo hotel a “emissioni-zero” di Milano: fin dall’apertura si è impegnato nella riduzione dei consumi energetici e degli sprechi a partire dalla produzione di energia senza rilascio di CO2 nell’ambiente. Così, è nato l’orto sul tetto, elemento distintivo dell’hotel, dove si coltivano erbe aromatiche e ortaggi. Diego Improta 1Nel raffinato Foyer Libreria del piano terra con soffitto in cristallo su cui affaccia la corte interna, ci accoglie Diego Improta, Food&Beverage Manager dell’hotel. Nato a Napoli, Diego, dopo la scuola alberghiera, inizia a lavorare presso l’Hotel Royal di Napoli, dove resta 6 anni. Dopodiché inizia a fare esperienza nei ristoranti stellati di varie città italiane e in Inghilterra, per poi rientrare e fermarsi per 7 anni al Crown Plaza di Roma. In seguito approda a Milano, prima al Marriott Hotel Milano e poi per 6 anni al Grand Visconti Palace. Da marzo 2014 lavora all’Hotel Milano Scala.

Punti di forza dell’hotel

Diego ci spiega che uno dei principali comparti dell’F&B del boutique hotel è il Breakfast. Per la colazione – servita nella sala interna a piano terra, spesso con musica dal vivo e nella sala con lucernario – viene messo a disposizione dei clienti un “armadio” contenente prodotti senza glutine e senza lattosio, alimenti per vegani e vegetariani, barrette ipocaloriche e altre specialità pensate per andare incontro a ogni tipo di intolleranza alimentare. Vi è poi un ampio buffet con i prodotti dell’orto dell’hotel, salumi a km 0, dolci, tra cui le torte fatte in casa ogni giorno e le freschissime brioches, prodotte da una pasticceria esterna e portate tutte le mattine alle 6 in albergo. In abbinamento, le spremute e i centrifugati proposti in diverse varianti, realizzati con la frutta e la verdura dell’orto. Il caffè utilizzato è illy, su cui la scelta è ricaduta per via di alcune scelte aziendali green, come la realizzazione di una capsula con il 50% di plastica in meno.

Ristorazione e hospitality green

L’hotel va fortissimo a pranzo con una proposta vegetariana e vegana, buffet di vegetali e una carta che prevede dei piatti in base al gruppo sanguigno, alle calorie, per la salute e benessere degli ospiti, e scarto zero, nel rispetto di un concetto di eco-sostenibilità. Per il pranzo, l’Hotel Milano Scala ospita fino a 150 persone al giorno presso l’elegante Lounge Bar Primadonna e il foyer situati a piano terra, mentre la cena è servita al Ristorante La Traviata, che si basa sui principi della sana alimentazione e prodotti a km 100. Ma la sera la parte del leone la fa la splendida Terrazza panoramica all’8° piano, affacciata a 360° sulla città per una vista mozzafiato.

La clientela è per il 99% esterna sia a pranzo, sia all’aperitivo. Il tasso di occupazione del quattro stelle – che dispone di 62 camere distribuite su sette piani (con 4 Suite e 10 Junior Suite) è pari al 98%: non esistono mesi di maggiore afflusso, l’hotel è sempre pieno.