A colloquio con Filippo Motta, F&B Manager di TownHouse Hotels

Ideata da Alessandro Rosso Group, la catena di hotel di lusso TownHouse apre il suo primo boutique hotel a Milano nel 2001, conquistando rapidamente un posto di spicco tra le migliori strutture ricettive di Milano. Il marchio TownHouse Hotels diviene così sinonimo di lusso ed esclusività. Negli anni seguono nuove aperture a Milano e a Torino e nel 2007 si inaugura, all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II, il TownHouse Seven Stars Galleria, a oggi l’unico hotel 7 stelle al mondo: 7 lussuose suite dal design all’avanguardia, con maggiordomo personale 24H e un’ineguagliabile vista sulla Galleria. Nel 2014 il Seven Stars Galleria si amplia con l’aggiunta della splendida suite Penthouse, di 450 mq, e, nello stesso anno, apre il Ristorante & Lounge bar Duomo 21 con terrazza affacciata sulla cattedrale. A febbraio 2015, in un palazzo storico della piazza, si inaugura invece il boutique hotel 5 stelle TownHouse Duomo.

Location unica per eventi top

A offrirci una panoramica dei lussuosi hotel è Filippo Motta, responsabile del Food&Beverage e degli Eventi del marchio TownHouse. Eventi che sono numerosissimi (almeno 1 tutti i giorni) e di altissimo livello. Oltre a una gestione oculata di ogni dettaglio, Filippo ci spiega che le forniture vengono seguite direttamente dall’azienda, sia per il Beverage sia per il Food (in parte gestito anche con i grossisti). Inoltre, essendo gli spazi all’interno di un monumento storico, occorre disporre di parecchi magazzini per l’F&B che «in una prima fase erano sparsi ovunque, per cui la logistica era importante; ora però si stanno ultimando i lavori per avere tutto all’interno della struttura, dal Grill alla Pizzeria, al forno per il pane, alla pasticceria».

Identikit

Laureatosi a Milano in Giurisprudenza, Filippo Motta, 36 anni, toscano, inizia a lavorare presso TownHouse già nel 2000 e vi resta per 5 anni. Poi dal 2007 a fine 2014 è direttore di un’azienda agrituristica in Chianti, azienda che è legata a un gruppo petrolifero; così Filippo dal 2011 fino a inizio 2015 si occupa dei ristoranti dei vari impianti sparsi per il mondo. Da marzo 2015 Filippo viene richiamato al Seven Stars Galleria per ricoprire il ruolo di F&B Manager. Alla domanda «Che skills ci vogliono per gestire una struttura polifunzionale come questa?», Filippo risponde: «Tanta pazienza. Bisogna essere pronti a lavorare dalle 7 di mattina alle 2 di notte, tutti i giorni». In merito al Food&Beverage management, Filippo ha da subito stabilito un’interazione forte con lo Chef Executive Alberto Citterio e con esso lavora alla parte informatica, prima assente, per stabilire degli standard per tutti.

Eat, Drink & Meet

La parte più forte nel comparto F&B è il Banqueting, ma anche Bar e Ristorante. I locali per la ristorazione sono diversi, ma tutti accomunati da uno stile raffinato e da una vista impareggiabile.

Innanzitutto Duomo 21, Terrace, Restaurant & Lounge, a firma Martini & Rossi e Lavazza, aperto per il brunch, l’aperitivo e la cena, ma anche per un raffinato dopocena fino a tarda notte. La cucina è a cura di Alberto Citterio, già Executive Chef per Seven Stars Galleria e TownHouse hotels. A seguire, I Dodici Gatti, il primo ristorante e pizzeria che affaccia sulla Galleria Vittorio Emanuele II con una grande terrazza; l’Enoteca Duomo 21, che offre una selezione superiore di vini italiani (ben 7000 bottiglie) e una deliziosa cucina, e il Ristorante La Sinfonia – riservato ai soli ospiti dell’hotel – con 26 posti a sedere e vista sulla cupola della Galleria e sull’Ottagono, entrambi a cura dello chef Alberto Citterio. Infine, per quanto riguarda la parte Eventi e Convegni, TownHouse mette a disposizione l’ampia e confortevole suite Penthouse e le sale meeting del Duomo 21, ma anche le lounges del TownHouse 12 e i gardens del TownHouse 31 e 33.