A colloquio con Cesare Scapolatiello, titolare, e Luca Perfetti, F&B Manager dell’Hotel Scapolatiello

HSCAVA_0164_web
A 500 metri di altezza, in località Badia di Cava de’ Tirreni (Sa), sorge un incantevole borgo medioevale circondato dalla natura e caratterizzato da una vista mozzafiato. In questa affascinante cornice trova posto l’Hotel Scapolatiello, una delle strutture ricettive più antiche e rinomate della Campania. Ad avviare l’attività, nel lontano 1821, fu Gabriele Scapolatiello, a cui si susseguirono ben 5 generazioni della famiglia. Un raro caso di albergo in cui la gestione e la proprietà sono nelle mani della stessa famiglia da così tanti anni. Al timone di questo “albergo di tradizione”, nato come piccola pensioncina di 10 camere, sono oggi i fratelli Cesare, Lucia e Giuliana, ancora affiancati dall’anziano padre Giuseppe. Cesare Scapolatiello, in particolare, si occupa della gestione del Food&Beverage insieme all’F&B Manager dell’hotel Luca Perfetti, in servizio qui da ben 16 anni e suo attuale braccio destro. Luca in passato ha lavorato all’Hotel Flaminio (PU, all’Hotel Meridiana Paestum di Capaccio (Sa) e all’hotel Royal di Positano (Sa). Approdato all’Hotel Scapolatiello nel 1999, dopo 8 anni si sposta per una breve ma significativa esperienza al Cipriani 42nd Street di New York e, nel 2009, torna in struttura alla guida del Banqueting. Nel 1999 è approdato all’Hotel Scapolatiello e dopo 5 anni è passato alla guida del Banqueting.

Diapositiva1

Comparto F&B

Nel 4 stelle, il Banqueting rappresenta il segmento principale nel comparto F&B, seguito dal Breakfast e dal Ristorante. Il “periodo di punta” per i banchetti è quello estivo, dove si sfrutta al massimo l’ampio parco e la terrazza panoramica; nel periodo invernale, si utilizza invece il salone adiacente alla piscina che si converte a “baita” grazie ai vari camini presenti. Per quanto riguarda la prima colazione, accanto al Breakfast continentale si trova l’angolo dei prodotti locali, con dolci tipici campani realizzati internamente, e i salati, che comprendono vari tipi di formaggi, salumi e uova, mentre il pane è fresco e arriva tutte le mattine da un fornitore esterno.

Gusti e sapori di una volta
Con la sua ampia terrazza con vista panoramica, che con lanterne, affreschi e una brace a vista riproduce un’antica corte medioevale, il prestigioso ristorante dell’hotel Locanda 18.21 propone pietanze e gusti tipici della cucina mediterranea, con ricette tradizionali e nuove rivisitazioni nel rispetto dei prodotti locali ad opera dell’Executive Chef Ludovico D’Urso. A rendere deliziosi i piatti sono gli alimenti freschi e i genuini ingredienti provenienti dalle coltivazioni biologiche della famiglia Scapolatiello. È inoltre possibile gustare le pizze tipiche della cucina sorrentina realizzate dallo chef. La Carta dei vini ha un’impostazione regionale che contempla una ventina di rossi e altrettanti bianchi campani, più prosecchi, spumanti e champagne. L’Hotel dispone anche di diversi punti bar e in estate è possibile gustare un cocktail sulle terrazze adiacenti alla piscina all’aperto.

Struttura e numeri
Suite Nausicaa 1Oltre alle 44 camere e 2 suite, l’hotel dispone anche di 4 residence (2 bilocali e 2 trilocali) affacciati sulla piazzetta del borgo, e 2 sale per riunioni e convegni. Il tasso di occupazione dell’hotel è del 76%, superiore rispetto al 2014 (61%) grazie a una politica più dinamica sui prezzi dell’hotel. I mesi di maggiore afflusso sono agosto e settembre, e la clientela è composta per il 65% da stranieri.