A colloquio con Maria Rita Ronchi, General Director del San Donato Golf Resort & Spa

mrita ronchiSituato a Santi, a 15 minuti da L’Aquila, il quattro stelle San Donato Golf Resort & Spa si sviluppa su oltre 40 ettari di terreno a un’altitudine di 800 metri, con vista sulle montagne abruzzesi. Una splendida oasi nel verde di un campo da golf da 18 buche. La struttura accoglie 70 camere e suite, due ristoranti, un Conference Center e una Spa di 850mq. Direttore della struttura è Maria Rita Ronchi, giunta qui due anni fa. Di origine pugliese, è laureata in Economia e Commercio a Bari e ha fatto un master di specializzazione in Management alberghiero e congressuale a Roma. Qui ha lavorato per 5 anni presso la società di gestione alberghiera Hotel Invest Italiana, in qualità di Sales Manager, dopodiché si è spostata in Campania per 8 anni dove si è occupata, in qualità di Director of Sales & Marketing, di due grandi realtà alberghiere a Caserta e a nord di Napoli e ne ha curato lo sviluppo commerciale. Poi, a dicembre 2013, è entrata a lavorare alla Newgest, presso il San Donato Resort Golf & Spa, assumendo un ruolo sia operativo sia commerciale.

Esterno 1Punti di forza 

Tra i comparti F&B è molto sviluppato quello della banchettistica, soprattutto grazie a matrimoni (anche stranieri) ed eventi privati, per i quali vengono sfruttati sia gli spazi esterni, l’ampio parco e l’area a bordo piscina, sia quelli interni, come il salone delle feste Il Ciliegio che ospita oltre 300 persone; spazi molto flessibili che possono essere agevolmente personalizzati a seconda delle richieste. A questo segmento principale si lega quello della ristorazione, per il cui successo la proposta gastronomica risulta fondamentale. Al resort si tendono a valorizzare i prodotti tipici del territorio, come lo zafferano Dop dell’Aquila, gli oli, le carni, i formaggi e i salumi abruzzesi, su cui vengono sapientemente costruiti i menu. Seguendo questa vocazione, è stato scelto uno chef che propone piatti tipici della cucina abruzzese e specialità della tradizione, anche rivisitati in chiave moderna. La brigata di cucina fissa è formata da 4 persone e in sala c’è un maître che fa da trait d’union con la cucina.

Vocazione territoriale

All’interno dell’hotel si trova il ristorante principale La Forcella: luminoso ed elegante, si affaccia sulla piscina con le sue ampie vetrate e accoglie clienti, interni ma anche molti esterni, per il pranzo e la cena. Inoltre, qui ogni mattina viene servita una colazione con un ricco buffet breakfast che comprende prodotti da forno e dolci locali (come le ferratelle), preparati internamente, cibi salati e specifici per chi soffre di intolleranze. Il Resort dispone inoltre di uno Snack bar con ristorazione veloce, dedicato soprattutto ai clienti ‘golfisti’, con piatti leggeri e veloci da gustare durante le pause sul campo e il lounge bar La Genziana, al piano terra dell’hotel, ideale per un aperitivo, un pranzo leggero o un dopo cena.

Schermata 2016-03-23 alle 11.17.28

 

Ogni domenica inoltre viene organizzato un brunch in una sala adiacente alla Spa, a base di verdure, insalate, frutta e tisane. La Carta dei Vini, con 80 etichette, è composta per il 60% da vini locali: tra i rossi domina il Montepulciano d’Abruzzo, tra i bianchi il Trebbiano e il Pecorino, ma anche Traminer e Pinot Nero, prodotti da una cantina locale con cui l’albergo collabora, organizzando visite e degustazioni. I clienti sono principalmente italiani, mentre gli stranieri (soprattutto europei) sono in crescita. La struttura è stagionale ed è aperta da marzo a novembre e il periodo di alta stagione è quello di luglio/agosto.